18 Motti Latini sul Coraggio (con traduzione): i più belli e significativi

Motti Latini Coraggio

Scopri qui di seguito i Motti Latini sul Coraggio (con traduzione): i modi di dire e le espressioni più belle degli antichi latini sull’importanza di affrontare le nostre paure e le avversità della vita.

Motti Latini sul Coraggio

Faber est suae quisque fortunae.
Ciascuno è artefice del proprio destino.
(Sallustio)

Sufficit animus.
Basta il coraggio.

Macte animo!
Coraggio!

Macte nova virtute, puer, sic itur ad astra.
Coraggio, fanciullo, è così che si arriva alle stelle [alla gloria].
(Virgilio)

Tu ne cede malis, sed contra audentior ito.
Non lasciarti opprimere dalle calamità, ma va loro incontro coraggiosamente.
(Virgilio)

Audentem est: fortes adiuvat ipsa Venus.
Bisogna osare: anche Venere aiuta chi fortemente osa.
(Tibullo)

Fortis cadere, cedere non potest.
I forti possono cadere, ma non possono cedere.

Audentes fortuna iuvat.
La fortuna aiuta gli audaci.

Ubi maior minor cessat.
Di fronte al più forte il debole si fa da parte.

Sapere aude.
Abbiate il coraggio di essere saggi.
(Quinto Orazio Flacco)

Sàpere aude.
Abbi il coraggio di conoscere.
(Orazio)

Melius cavere quam pavere.
Meglio stare attenti che aver paura.

Necessitas fortiter ferre docet, consuetudo facile.
La necessità ci insegna a sopportare le sfortune coraggiosamente, l’abitudine a sopportarle facilmente.
(Lucio Anneo Seneca)

Fortes fortuna adiuvat.
La fortuna aiuta i forti.
(Terenzio)

Cotidie damnatur qui semper timet.
L’uomo che vive nella paura è condannato ogni giorno.

Pericula timidus etiam quae non sunt videt.
Il pavido vede anche i pericoli che non ci sono.
(Publilio Siro)

Homo faber fortunae suae.
L’uomo è l’artefice delle sue fortune.

Audentes deus ipse iuvat.
Dio stesso aiuta gli audaci.
(Ovidio)

Vina dant animos.
I vini danno coraggio.
(Ovidio)

Ride, si sapis.
Ridi se sei saggio [Chi ha il coraggio di ridere, è padrone del mondo].
(Marziale)

X